242018Ago
Senatore Vincenzo D’Anna, Presidente ONB: ” Il controllo del territorio è dello Stato”

A seguito delle attività svolte e i risultati conseguiti dalla Direzione Investigativa Antimafia nel secondo semestre 2017 è stata pubblicata la relazione della Dia e del Ministro dell’Interno al Parlamento in cui è stata disegnata la nuova mappa della camorra dopo gli ultimi arresti e la distribuzione dei clan sul territorio.

Dalla relazione si evince che nel comprensorio di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico ed Arienzo sarebbe attivo il clan Massaro. Il senatore Vincenzo D’Anna, attuale presidente dell’ONB in merito a queste conclusioni dichiara: “Lo Stato comanda per il tramite dei suoi rappresentanti locali, se democraticamente e liberamente eletti. Giusto per chiarirlo, ancora di più, qualcuno lo disse anche dai palchi in campagna elettorale allorquando un Deputato della Repubblica si candidò e fu eletto (senza chiedere voti ad alcuno) Consigliere Comunale.

Non fu proprio un caso che nella frazione ove forte era la pressione psicologica il risultato fu di un solo voto su un migliaio di votanti. Credo che vada dato atto a molti amministratori più coraggiosi o meno coraggiosi di non essersi mai piegati a talune logiche. Ovvio l’impegno e la gratitudine per le Forze dell’Ordine Carabinieri. Una notazione merita il Maresciallo CC Pietro Conca”.

Si riferisce a se stesso il senatore D’Anna quando parla del “qualcuno” che dai palchi, in campagna elettorale, aveva bollato la criminalità invitando gli abitanti delle zone “calde” a non piegare la testa. Il “controllo” del territorio appartiene allo Stato attraverso le sue leggi e suoi rappresentanti.

Fonte: www.latribunaonline.com