42017Nov
Roma, il casertano Vincenzo D’Anna stravince all’Ordine Nazionale dei Biologi: verso la presidenza

ROMA – Successo della lista del Senatore Vincenzo D’Anna (Alleanza Liberal Popolare Autonomie-Scelta Civica), di origine casertana, alle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Biologi.

30805 100597946655446 1177174 n

Infatti,”Biologi Insieme per il rinnovamento”, la lista coordinata dal Senatore Vincenzo D’Anna, ha vinto nettamente le elezioni per il Consiglio dell’Ordine dei Biologi, con il 45,2 per cento dei consensi, eleggendo nove membri su nove. Primo assoluto degli eletti con 1.619 voti su 3.580 votanti, risulta lo stesso parlamentare, componente della commissione Sanità del Senato. A fine mese, con l’ultimazione del secondo spoglio, sarà definito anche il Consiglio nazionale e verosimilmente ai primi di dicembre, con l’insediamento dei nuovi organismi, D’Anna sarà nominato presidente nazionale dei Biologi.

021117 17 08 00

“C’è da attendere ancora la proclamazione ma non tornerò in Parlamento” si affretta a precisare il diretto interessato, il Senatore D’Anna.

13645239 1055317527850145 2564153465861042921 n

“Ringrazio nel frattempo i tanti colleghi biologi, gli amici personali, i politici ed i parlamentari di ogni partito, che mi hanno fatto pervenire gli auguri. Mi dimetterò dalla carica senatoriale come promesso, chiudendo una parentesi di passione ed impegno durata una vita” conclude la sua prima comunicazione con nota stampa il senatore D’Anna.

15055705 1152177138164183 7613608101464988290 n

Il Senatore Vincenzo D’Anna è quotidianamente agli onori della cronaca per le sue battaglie per i diritti dei cittadini in particolare alla Salute. Per la sua missione politico elettorale è sempre presente tramite Facebook su tutte le discussioni più attuali e non si tira mai indietro nei confronti.

Ebbe modo e piacere di conoscerlo a metà anni ’90 presso la segreteria della coalizione “Lista Dini”. Ricordo che la sede era in via Leonetti nel fabbricato facente angolo con via Tanucci presso i locali messi a disposizione dal coordinatore provinciale prof. Giovanni Di Carluccio.

Dopo la breve frequentazione in quel contesto politico ho avuto modo di rincontrarlo in qualche occasione in Santa Maria a Vico cittadina che dal 2003 ho iniziato a frequentare per motivi personali poi familiari. Lo ho rincontrato con maggior frequenza negli studi di New Radio Network in occasione della sua partecipazione alla trasmissione radiofonica “Dietro l’Angolo” diretta da Carlo Scalera con la mia co-conduzione.

15356545 10209503718301743 4660304345500415901 n

Il Senatore Vincenzo D’Anna è indubbiamente, in questo momento storico, il più noto rappresentante del territorio a occupare gli spazi dei media, siano essi giornali nazionali cartacei o web, radio o televisioni sempre nazionali.

Con questo piccolo contributo si vuole contribuire alla sua conoscenza.

Vincenzo D’Anna nasce a Santa Maria a Vico il 26 luglio 1951, frequenta le scuole tra Santa Maria a Vico e Maddaloni e da qui si iscrive all’Università Statale “Federico II” di Napoli dove conseguirà la Laurea in Scienze Biologiche.

Dopo le prime esperienze lavorative il senatore D’Anna avrà la svolta professionale nel 1980 allorquando decide di svolgere l’attività di Biologo libero professionista e poi di direttore di laboratorio di analisi chimico cliniche e microbiologiche.

Per il suo impegno professionale dal 1998 presiede, l’Associazione di categoria, FederLab Campania ed il Sindacato Branche a Visita, che rappresenta 770 Strutture ambulatoriali di Radiologia, Cardiologia, Odontoiatria, Laboratori d’Analisi, Centri Antidiabete e Centri di Riabilitazione con oltre 4000 addetti (Medici, Specialisti, Biologi, Tecnici, Personale Amministrativo ed Ausiliario), presenti in tutte le province della Campania. Dal 2007, inoltre, è Presidente di FederLab Italia, l’Associazione di Categoria nazionale dei Laboratori privati di Analisi, che ha federato, su tutto il territorio nazionale operatori della sanità privata accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale nell’ambito delle attività di diagnostica di laboratorio e di specialistica ambulatoriale.

dannataglio02 640 ori crop master 0x0 640x360

Sempre per la sua competenza e rappresentanza di categoria, il Senatore D’Anna è Membro dei Tavoli Tecnici Ministeriali per la riorganizzazione della rete delle strutture ambulatoriali, in qualità di presidente di FederLab Italia ha intrapreso una strategia politica, che vuole ottenere la piena parificazione tra pubblico e privato, fondata sul principio di competizione e collaborazione tra strutture, a vantaggio dell’efficienza delle strutture ambulatoriali, della qualità delle prestazioni sanitarie erogate e del contenimento dei costi e della spesa sanitaria.

Per ciò che riguarda la sfera politica il Senatore D’Anna si avvicina al partito della Democrazia Cristiana da ragazzo e inizia a militare nella sezione giovanile di Santa Maria a Vico.

La stessa militanza cittadina lo porterà ad essere indicato con gli anni ottanta ad essere Delegato giovanile provinciale della Democrazia Cristiana, essendo segretario della DC provinciale. L’esperienza prosegue negli anni e si distingue al punto da diventare Vice-segretario provinciale della Democrazia Cristiana.

22310538 1453254538056440 949634361418163130 n

In questo periodo, nel 1983 lo troveremo eletto consigliere comunale di Santa Maria a Vico e di lì a poco Assessore Provinciale dall’85 al ’90 essendo Presidente dell’Ente di Corso Trieste Pasquale D’Albore. Subito dopo lo troviamo eletto sindaco Santa Maria a Vico nel 1990.

Dopo il mandato di capo della città natia torna ad assumere incarichi amministrativi provinciali e nel 1995 è eletto Consigliere Provinciale della Provincia di Caserta; a pochi anni di distanza dal 2005 al 2007 sarà Assessore Provinciale della Provincia di Caserta nella Giunta del Presidente Riccardo Ventre.

Sempre legato al territorio d’origine dal 29 marzo 2010 lo ritroviamo consigliere comunale di Santa Maria a Vico e dal 27 maggio 2010 eletto Deputato della XVI Legislatura con il Popolo della Libertà (nota è anche la sua fede calcistica per il Milan), con elezione nella Circoscrizione Campania.

603244 515133531833495 1136114822 n

A livello parlamentare continua la sua esperienza politica e così nel mese febbraio 2013 viene eletto Senatore della XVII Legislatura con il Popolo della Libertà. Da lì a due mesi nell’aprile 2013, diventa membro della XII Commissione Permanente “Igiene e Sanità“, nonché Vice-Presidente della XIV Commissione “Politiche dell’Unione Europea”. Circa la sua collocazione politica attuale va detto che dal 15 Marzo 2013 aderisce al Gruppo Parlamentare GAL (Gruppo Grandi Autonomie e Libertà: Grande Sud, Libertà e Autonomia-noi SUD, Movimento per le Autonomie, Nuovo PSI, Popolari per l’Italia) di cui è Vice-Presidente.

small 150729-123822 to290715pol 0130

Il 29 luglio 2015, infine, abbandona Forza Italia ed il gruppo Grandi Autonomie e Libertà per aderire, assieme ad altri nove senatori fuoriusciti da Forza Italia e capeggiati da Denis Verdini, al neonato gruppo parlamentare Alleanza Liberalpopolare-Autonomie, nato per sostenere il governo Renzi, entrando così in maggioranza; sostegno alla maggioranza che continua con il Governo Gentiloni.

Alla luce della sua vittoria nell’Ordine Nazionale dei Biologi, ed in vista della sua quanto mai certa elezione alla presidenza nazionale dell’Ordine, come lui stesso ha dichiarato ed è stato riportato ad inizio articolo, ci sarà uno scranno libero nel Senato della Repubblica.

maxresdefault

A subentrare al senatore D’Anna sarà l’avvocato Mario D’Apuzzo, esponente di Forza Italia, ex consigliere comunale di Castellammare e attualmente vice sindaco del Comune di Gragnano, primo dei non eletti nella Lista di Forza Italia alle Politiche del 2013 con cui il futuro Presidente Nazionale dell’Ordine dei Biologi entrò in Senato. Naturalmente le operazioni di surroga dovranno attendere il termine delle operazioni di spoglio all’Ordine dei Biologi che sono ancora in corso (infatti, c’è ancora da scrutinare il Consiglio Nazionale) e verosimilmente i nuovi organismi dell’ONB che dovrebbero insediarsi a fine mese. Da qui si dovrà attendere la nomina del senatore D’Anna a presidente Nazionale dell’Ordine dei Biologi, che dovrebbe avvenire tra fine novembre e inizio dicembre 2017. Quindi D’Apuzzo dovrà attendere che il senatore D’Anna si dimetta primadall’incarico parlamentare cosa che non é ancora accaduta non essendo al momento ancora nominato presidente dei biologi nazionali.

Il Senatore D’Anna, sempre in chiave politica, va detto che da anni aderisce anche al Partito Radicale ed è fermamente convinto delle sue battaglie e tra le altre cose periodicamente è impegnato in visite presso strutture detentive al fine di ispezionarle e valutare la giusta tutela dei diritti dei detenuti denunciando all’occorrenza eventuali violazioni. E, in termini di possibili accanimenti giudiziari, è stato ed è strenuo sostenitore dei diritti dell’on. Nicola Cosentino coinvolto in vicende politico giudiziarie.

10553464 799189980121052 2919794524428794331 n

Va aggiunto che in occasione delle elezioni regionali in Campania di maggio 2015 il Senatore Vincenzo D’Anna riceve gli onori delle cronache per essere uno degli ispiratori della lista “Campania in rete” che sostiene Vincenzo De Luca, candidato del Partito Democratico e del centro-sinistra alle elezioni regionali, a discapito del candidato ufficiale del partito a cui appartiene, Forza Italia, e dell’intero centro-destra Stefano Caldoro. Qui riesce a far eleggere anche il sindaco uscente di Santa Maria a Vico, Alfonso Piscitelli al Consiglio Regionale, e al posto di questi, un altro suo protetto come sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi.

campania2

Per il suo impegno nel dicembre 2017 sarà insignito di una Benemerenza da parte della Dea Sport Onlus, sodalizio impegnato nella promozione della legalità e della valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze.

Per seguire più da vicino le attività e le battaglie condotte dal senatore Vincenzo D’Anna si rimanda al portale web http://www.vincenzodanna.it/ e al profilo social https://www.facebook.com/vincenzo.danna.51.

In conclusione, anche da chi scrive e dalla redazione de L’Eco di Caserta giungano le più sentite congratulazione al Senatore Vincenzo D’Anna e alla sua squadra per i successi raggiunti che non rappresentano un traguardo ma l’inizio del rinnovamento dell’Ordine dei Biologi.


Ciò è percepibile anche da una nota a firma dello stesso Senatore, rappresentante della lista “BIOLOGI INSIEME PER IL RINNOVAMENTO”, dal portale ufficiale (https://www.informabiologi.it) lo scorso 27 ottobre 2017: « L’esito delle elezioni sembra ormai essersi delineato a nostro favore. Le schede rimanenti, poco più di 600, non dovrebbero consentire recuperi stante il distacco di 560 voti che ci separa dai secondi. Insomma, mancano appena 50 voti, poi non ci saranno più dubbi e nessuna possibilità (matematica) di rimonta. Raccomando sobrietà nei commenti, nei comportamenti, nelle manifestazioni di giubilo. Domani, verosimilmente, chiuderemo con una vittoria schiacciate l’elezione dei componenti il Consiglio dell’Ordine. Subito dopo comincerà lo spoglio del Consiglio Nazionale. Le schede usciranno sicuramente compatte e complete di tutti e 15 i nominativi, così come già accaduto per il Consiglio dell’Ordine. Ci sarà tempo per complimentarmi con Voi tutti all’atto della proclamazione. Temo che subiremo provocazioni atte a determinare incidenti procedurali e conseguenti ricorsi. Non abbassiamo la guardia con la presenza e la vigilanza al seggio (Piramide Cestia). Un abbraccio sincero a Voi tutti ed un grazie di cuore. Vincenzo D’Anna».


Dal portale apprendiamo con data 3 novembre 2017 la seguente nota circa gli eletti: «Finalmente, verrebbe voglia di esclamare! L’Ordine Nazionale dei Biologi ha un nuovo Consiglio dell’Ordine legittimato ad operare nella pienezza dei poteri in sostituzione di quello dichiarato decaduto, ovvero MAI valido, nel Marzo 2016. Mai elezioni furono più controllate e garantite di queste, mai voto fu più blindato e al tempo stesso pubblico, di questo, a dispetto di quanto accadeva in passato. Quel che sarà, sarà solo ed esclusivamente nell’interesse di un ente ridotto in macerie dalla malagestione del passato.

Anzi, ben venga chi vuol dare una mano. Ben venga chi vuole rimboccarsi le maniche per ricostruire con spirito di servizio e disinteresse personale. Non si accetteranno polemiche sterili e ripicche da parte di tifosi travestiti presunti liberi pensatori, incontentabili ed inconsolabili. La competizione è  finita,  con gli esiti imposti  dalla libera e democratica partecipazione al voto, con essa ogni strumentale inutile rivalsa. I nove (9) più votati, quelli in pratica, che andranno a costituire il nuovo Consiglio, risultano i dottori: D’ANNA Vincenzo (1.619), PAPA Stefania (1.604), DELLO IACOVO Claudia (1.593), MIRAGLIA Pietro Lorenzo Antonio (1.579), LAMBERTI Duilio (1.568), SCICCHITANO Franco (1.558), SPANO’ Alberto (1.554), SAPIA Pietro (1.550) e BREGLIA Gennaro (1.534). Il primo dei non eletti risulta essere la collega dott.ssa MICIELI Maria Grazia (907).

La tornata elettorale relativa al rinnovo del Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Biologi si è conclusa e ha visto lo spoglio di un totale di 3.589 schede:

  • Biologi Insieme per il Rinnovamento con D’Anna: 45,1%
  • Biologi per la partecipazione con Calcatelli: 24,2%
  • Biologi in Ordine con Nunziante: 21,8%
  • Altri: 8,9%».

Il 27 maggio 2010, in seguito alle dimissioni di Stefano Caldoro dalla carica di parlamentare (in quanto eletto presidente della regione Campania), D’Anna gli subentra, venendo eletto deputato della XVI Legislatura. Alla Camera fa parte delle commissioni permanenti Agricoltura ed Affari sociali. Il 20 gennaio 2011 aderisce, in quota Popolo della Libertà, al gruppo parlamentare Popolo e Territorio (nato per sostenere il Governo Berlusconi IV) al fine di consentirne la costituzione e divenendone successivamente segretario d’aula.

Lo troviamo dal 20 gennaio 2015 al 5 luglio 2016 Componente Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale, dal 31 luglio 2015 al 12 gennaio 2016 Componente Commissione permanente VII Istruzione pubblica, beni culturali, dal 7 maggio 2013 al 31 luglio 2015 Componente Commissione permanente XII Igiene e sanità dal 21 maggio 2013 al 16 gennaio 2014 Vicepresidente Commissione permanente XIV Politiche dell’Unione europea, dal 16 maggio 2013 al 21 maggio 2013 Componente Commissione permanente XIV Politiche dell’Unione europea. Secondo il portale web Open Parlamento (https://parlamento17.openpolis.it/parlamentare/vincenzo-danna/500781) ha una produttività del 73,4% aggiornata al 28 ottobre 2017.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia.Quattro giorni dopo, il 20 novembre 2013, a causa di molti dissensi sulla gestione del partito da parte di Berlusconi, in particolare in regione Campania, passa come “dissidente” al gruppo parlamentare Grandi Autonomie e Libertà, pur rimanendo in Forza Italia. Nel gennaio 2014 aderisce inoltre a Forza Campania, corrente interna a Forza Italia guidata da Nicola Cosentino.

I voti di Campania in Rete (pari all’1,51% dei consensi) saranno infatti determinanti per la vittoria di Vincenzo De Luca alle elezioni, inoltre la stessa lista riesce ad eleggere un consigliere regionale.

Fonte: ecodicaserta.it