292022Lug
Meloni e angurie

Meloni e angurie

Quando domandavano a Giovanni Malagodi, presidente del Senato ed intellettuale di spessore non comune, quale fosse la differenza tra un politico liberale ed uno di sinistra, questi soleva così rispondere: quelli della sinistra ripetono sempre gli stessi errori per trent’anni prima di comprendere ed aggiornarsi. Una definizione emblematica, che trova, in tutta la storia del…

Leggi tutto
262022Lug
La foresta di Silvio

La foresta di Silvio

Nomen omen, così recita un vecchio proverbio latino: il nome è il presagio dell’uomo. Ora, “Silvio” significa selva, foresta. Un accostamento naturale quello che balza alla mente allorquando il cavalier Berlusconi annuncia di voler inserire nel programma del suo partito la messa a dimora di un milione di alberi. Il personaggio è scaltro oltre che…

Leggi tutto
232022Lug
No, non è stato il maggiordomo

No, non è stato il maggiordomo

Quante volte, parlando di libri gialli, abbiamo sentito parlare del maggiordomo quale indiziato “numero uno” del delitto? Il mistero fitto che di solito avvolge il “fatto di sangue” si va, a poco a poco, dipanando, fino a giungere all’identità dell’assassino. Questo però capita nei romanzi. Per l’omicidio politico del governo presieduto da Mario Draghi, invece,…

Leggi tutto
232022Lug
La sindrome di Bruto

La sindrome di Bruto

Per quanto attualmente la didattica sia piuttosto malandata nelle nostre scuole, a vantaggio del pedagogismo dell’accoglienza e della parificazione degli studenti (in ragione del ceto sociale e non culturale), qualche cenno di storia lo si insegna ancora. Come disciplina, tale materia è stata ridotta ed emarginata forse perché non la si riesce più a “manipolare”…

Leggi tutto
222022Lug
Il ruggito della pulce

Il ruggito della pulce

Ebbene sì. Mario Draghi sarà mandato a casa con il suo governo tecnico o di unità nazionale che dir si voglia. Un colpo di scena che, come quasi sempre accade, ha superato di gran lunga ogni immaginazione e tutte le previsioni della vigilia fatte dai commentatori politici. La defenestrazione dell’uomo della provvidenza, quello rispettato e…

Leggi tutto
212022Lug
Borsellino e la pista scomparsa

Borsellino e la pista scomparsa

Dopo due lunghi processi che hanno individuato tra i componenti del clan di Giuseppe Graviano gli autori materiali del delitto di Paolo Borsellino e degli uomini della sua scorta, nulla è mai stato accertato sui mandanti e sugli scopi, concreti, di quel massacro. Insomma la ‘ndrangheta calabrese avrebbe avuto parte attiva nella stagione delle stragi…

Leggi tutto
202022Lug
Niente di nuovo sotto il solleone!!

Niente di nuovo sotto il solleone!!

L’estate impazza. Le spiagge sono stracolme. Le principali località balneari e le città d’arte della Penisola sono prese d’assalto dai turisti. Il Belpaese dispiega tutte le sue potenzialità paesaggistiche strizzando l’occhio a chi ha voglia di ritemprarsi dopo le angosce del Covid e le preoccupazioni di una guerra alle porte di casa. Neanche il caro…

Leggi tutto
192022Lug
I bamboccioni a cinque stelle

I bamboccioni a cinque stelle

Il termine “bamboccioni” fu elevato agli onori delle cronache nel 2009 dall’allora ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa. Quell’anno sul colle del Quirinale sedeva ancora Giorgio Napolitano che, più che “regnare” come custode della Costituzione, governava sul Parlamento ingerendo non poco sulle scelte e sulle formule politiche che andavano realizzandosi in quel periodo. L’esponente del governo profferì…

Leggi tutto
172022Lug
Signori, andatevene

Signori, andatevene

Non sono mai stato propenso a reclamare soluzioni drastiche, convinto come sono che un pessimo governo sia sempre migliore di un ottimo dittatore. La democrazia parlamentare, quella tanto deprecata dal popolo dei social, ha le sue regole e la sua importanza. Non si liquida un Parlamento per facezie politiche o per ambizioni elettorali. Questa dovrebbe…

Leggi tutto
162022Lug
Piccoli alchimisti al lavoro

Piccoli alchimisti al lavoro

Si erano riempiti la bocca del nome e del prestigio internazionale di Mario Draghi. Ne avevano tessuto le lodi con la stessa buona fede di un mercante di granaglie convinto di aver tra le mani un buon affare. Correva il febbraio del 2021, quando l’ex governatore della Banca Centrale Europea giurava nelle mani del Capo…

Leggi tutto