152020Nov
La coppola storta di don Vincenzo

La coppola storta di don Vincenzo

Sono ore di fuoco per la politica campana. Le agenzie di stampa hanno rilanciato, in questi giorni, le invettive a raffica di Vincenzo De Luca. Vere e proprie bordate, con le quali il governatore ha inteso “stangare” governo, vertici della sanità nazionale e quanti, in queste ore, hanno “osato” parlare della situazione contagi registrata nella…

Leggi tutto
152020Nov
Onorevoli livree

Onorevoli livree

Non credo ci sia da offendersi quando qualcuno, residente in altre province della Campania, addebita a noi Casertani, un’irrefrenabile vocazione alla subalternità. In particolare, si punta il dito contro l’incapacità dei cittadini di “Terra di Lavoro” di sapersi autodeterminare, rispetto a quella condizione geo-politica, sociale, culturale ed imprenditoriale denominata “Napolicentrismo”. In sintesi: quello di cui…

Leggi tutto
132020Nov
La conchiglia di Sant’Agostino

La conchiglia di Sant’Agostino

Uno degli aspetti del liberalismo politico più ferocemente criticato è la propensione che in quei regimi sorga spesso rigogliosa anche la mala pianta di un relativismo etico. Non a caso è proprio questa rinnovata sensibilità al cambiamento dei valori morali personali a suscitare grandi interrogativi che accomunano coscienze e larga parte dell’opinione pubblica, chiamata ad…

Leggi tutto
112020Nov
La stirpe di Valdoni

La stirpe di Valdoni

Una premessa è d’obbligo: generalizzare e massificare si rivela sempre un errore gravissimo, soprattutto se commesso in sistemi complessi come la nostra Sanità, già avvilita, confusa, smembrata e parcellizzato, di suo, presso ciascuna Regione. Un errore ancora più grande, tuttavia, è quello di compiangersi e commiserarsi nel momento del bisogno (e del pericolo), innanzi ad…

Leggi tutto
102020Nov
Ippocrate ed Arlecchino

Ippocrate ed Arlecchino

“Se non impareremo a dire cose che spiacciano a qualcuno, non impareremo mai a dire tutta la verità”. Con questa esortazione don Lorenzo Milani, pedagogo, fondatore della scuola di Barbiana, esortava i suoi studenti ad esprimersi in piena libertà. Un segno di coraggio già a quei tempi per un mondo, quella della scuola italiana, in…

Leggi tutto
22020Nov
Ripensare la Sanità

Ripensare la Sanità

Più facile rompere un atomo che vincere un pregiudizio. Così Albert Einstein soleva dire, innanzi all’incredulità di quanti, abbarbicati a convincimenti antichi e sedimentati negli anni, manifestavano una serie di pregiudizi, anche innanzi all’evidenza dei fatti. Dovremmo forse ringraziare la sventura del Covid se un giorno, politici e gente comune, prenderanno atto che il cosiddetto…

Leggi tutto
312020Ott
L’ultima ora

L’ultima ora

Credo che mai, in tutta la storia della umanità e della medicina, si sia parlato per così tanto tempo di una malattia che, affliggendo gli uomini, ha poi determinato un gravissimo squilibrio sia sociale che economico. Peste, colera, vaiolo, fino alla famosa “spagnola”, non hanno mai tanto allarmato e disorientato così larghi settori della popolazione…

Leggi tutto
302020Ott
La Servitù protetta

La Servitù protetta

Sono lontani gli anni in cui il rapporto tra potere politico e potere giudiziario era di segno diametralmente opposto rispetto a quello attuale. Un’epoca in cui (l’orologio della storia ci riporta all’ultimo quarto del secolo scorso) Aldo Moro, difendendo il ministro della Difesa Luigi Gui ed il capo dello Stato di allora, Giovanni Leone, dall’accusa…

Leggi tutto
292020Ott
Salvare la Terra

Salvare la Terra

Non avrei mai pensato di dover utilizzare toni allarmistici per descrivere la sorte dell’umanità minacciata dal degrado biologico. Come tanti altri milioni di persone, cosiddette di buon senso, avevo immaginato che la nostra madre Terra potesse, alla fine, salvarsi dallo sfacelo ambientale. Ero convinto che l’Uomo, sia pure nella propria innata stoltezza, avrebbe posto riparo…

Leggi tutto
252020Ott
Lupus et Agnus

Lupus et Agnus

Quando in questa ormai derelitta Nazione c’era ancora una scuola dedita ad espletare la propria funzione didattica, non piegata, cioè, al ruolo di ammortizzatore sociale per intellettuali disoccupati, fin dalle media si studiava il Latino. Si traducevano le favole di Fedro, con il loro portato etico e civico. Tra queste, celebre, quella del “lupo e…

Leggi tutto