212019Nov
Qualunquismi in salsa tricolore

Qualunquismi in salsa tricolore

E’ breve ma a dir poco rumorosa la storia delle “sardine”, il movimento giovanile di protesta anti Salvini che sta cercando di porsi come argine al centrodestra nelle prossime elezioni regionali in Emilia. Abbiamo più volte affrontato, dalle colonne di questo stesso giornale, i motivi di carattere politico ed ideologico che spingono molti ragazzi di…

Leggi tutto
172019Nov
I Trinaricuti

I Trinaricuti

Aveva ragione il grande scienziato Albert Einstein: è più facile rompere un atomo che cancellare un pregiudizio. Nel caso di specie, si tratta di qualcosa di ben più grande di uno stereotipo, di una vecchia abitudine. Si tratta di una forma mentis, della superbia intellettuale di taluni (presunti) “maître à penser” mischiata al proselitismo di…

Leggi tutto
152019Nov
Arcana Imperi

Arcana Imperi

La gestione del potere ha acceso, da secoli, grandi ed appassionate discussioni. La più famosa è quella che si è sviluppata attorno al libro che più di tutti ha trattato e diffuso l’argomento: il “Principe” di Machiavelli. Famoso e conosciuto il detto “il fine giustifica i mezzi”, una cinica e pragmatica visione della vita politica…

Leggi tutto
32019Nov
Regionali, l’ex senatore D’Anna al lavoro per trovare la “terza via”

Regionali, l’ex senatore D’Anna al lavoro per trovare la “terza via”

L’obiettivo è chiaro: far rinascere il “centro liberale”, andato in mille pezzi dopo la dissoluzione di Forza Italia. In Campania, ma anche a livello nazionale. “E per favore: non tirateci per la giacca”. E’ l’appello che Vincenzo D’Anna, ex parlamentare, tra i principali animatori di SUD (acronimo di “Solidarietà, Unione e Democrazia”), il movimento politico…

Leggi tutto
302019Ott
Tragicommedia

Tragicommedia

Le elezioni regionali in Umbria hanno segnato il ritorno, in grande stile, del “centrodestra vittorioso”, copia sbiadita di quella compagine imperniata attorno a Berlusconi, che nel 1994 sconfisse, inaspettatamente, la “gioiosa macchina da guerra” di Achille Occhetto. A confrontarsi, allora, non furono i singoli partiti bensì vere e proprie coalizioni scese in campo per contendersi…

Leggi tutto
272019Ott
La solita storia

La solita storia

Doveva essere il governo del cambiamento quello che vararono Lega e M5S all’indomani di un risultato elettorale che, grazie alla legge proporzionale, aveva  sancito l’assoluta paralisi parlamentare. La mancanza di una maggioranza coesa e coerente indusse forze politiche dichiarate avversarie a fare obbligatoriamente  sintesi ed intesa su di un programma arrabattato ed ambiguo. Con grande…

Leggi tutto
222019Ott
Renzi, Giano Bifronte

Renzi, Giano Bifronte

E’ di queste ore l’appello lanciato da Matteo Renzi ai liberali ed ai moderati di Forza Italia affinché mollino l’ormai esangue Berlusconi per confluire nel suo nuovo soggetto politico, Italia Viva, presentato alla Leopolda di Firenze. Ma cos’è Italia Viva? Un partito, un’organizzazione strutturata sui territori, oppure un movimento che vive di fasi assembleari, senza…

Leggi tutto
202019Ott
Politica & politicanti

Politica & politicanti

Il filosofo conia massime generali, valide per l’archetipo dell’uomo: parla come se esistesse un’unica specie. Il politico ha un compito più difficile: conciliare le esigenza della diversità, trattando ciascuno individuo per quello che è, trovando un comune denominatore tra gli uomini, così da governarli facendoli convivere in pace e prosperità. Lo diceva Hanna Arendt, famosa…

Leggi tutto
132019Ott
Riformisti per caso

Riformisti per caso

Come è noto, una legge di riforma costituzionale ha “tagliato” di un terzo la rappresentanza del popolo in Parlamento. Eppure questa legge viene, quasi unanimemente, descritta come un atto che aumenterà l’efficienza delle Camere, diminuendo i costi della democrazia. Nulla di più falso. Numeri alla mano, infatti, il cosiddetto “taglia poltrone” ha portato da 630…

Read More
102019Ott
Da sovrano a suddito

Da sovrano a suddito

Evviva! Sono stati “tagliati” i parlamentari! Nelle prossime legislature, se il provvedimento non sarà bocciato da un referendum popolare, i cittadini avranno meno rappresentanti in Parlamento. O meglio: ne avranno uno ogni 100mila abitanti. E magari potranno vederli solo in…televisione!! Si, proprio così perché di questo, in fondo, si tratta: di una riduzione della rappresentanza…

Leggi tutto